mercoledì 20 febbraio 2013

I vaccini su un neonato

E mentre tutto tace (mi riferisco a bambino, campanello e telefono) la mamma di Prince continua a scrivere beata nel suo blog, appena rispolverato. Da qualche tempo mi sto interrogando sui vaccini da fare al piccolo, dal momento che il cellulare potrebbe suonare da un momento all'altro e a chiamare sia l'Igiene che vuole informarmi della data X per le prime punturine o goccine del piccolo. Io e marito siamo un po' perplessi... i vaccini non ci convincono abbastanza, se da un lato sono importantissimi dall'altro alcuni hanno effetti collaterali non rivelati. Per il momento siamo propensi verso i più importanti (quelli obbligatori insomma), tralasciando i "secondari", come ad esempio il Rotavirus, consigliatoci dal pediatra. 

Sul web si trova di tutto e di più. Questi sono solo due dei migliaia di articoli trovati in rete, su chi è pro e chi contro la vaccinazione:




Adesso servirebbe un vaccino anche a me per tranquillizzarmi. Prendere una decisione così importante su un neonato non è per nulla facile per un genitore.

Sono curiosa di sapere voi mamme come vi siete poste dinanzi al fattore vaccino e per cosa avete optato.

13 commenti:

  1. Si è vero i vaccini hanno pro e contro ma di sicuro i pro sono per la maggiore e le eventuali reazioni sono eventi ormai rari. Molte malattie sono state debellate proprio grazie ai vaccini e, se è vero che la scienza spesso toglie naturalezza alle cose, è altrettanto vero che ha migliorato qualità, durata e tenore di vita. Noi abbiamo fatto tutti i vaccini obbligatori, tralasciando gli altri, su suggerimento di pediatri e medici d'igene, che ci hanno spiegato che lo scopo del vaccino è raggiunto, se la vaccinazione è un fatto di massa, effettuato nei tempi, nei modi e nei luoghi opportuni. Il rotavirus lo abbiamo saltato e così, per ora, anche la varicella, ma in mertito oltre ad una puntuale informazione che cerco di avere costantemente, mi affiderò al consiglio di chi è sicuramente più esperto di me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io penso che i ricercatori abbiano fatto tanto attraverso la scoperta di vaccini, tuttavia su alcuni secondari ho dei dubbi riguardo gli effetti collaterali

      Elimina
  2. Al primo figlio ho fatto solo le vaccinazioni obbligatorie, ero molto spaventata e preoccupata a riguardo, tutto è andato bene fortunatamente. Al secondo ho fatto fare anche alcune facoltative ed è andata bene, nessun effetto collaterale, nulla di nulla. Auguro la stessa cosa anche a voi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Moky mia suocera mi raccontava di un conoscente al cui figlio hanno somministrato il vaccino contro il morbillo ma lo ha preso comunque... Ma allora va proprio a fortuna!

      Elimina
  3. Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  4. Io le ho fatte tutte (Rotavirus a parte). Credo che i benefici abbiano più valore dei rari effetti collaterali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì in buona parte è vero quello che dici

      Elimina
  5. Il primo vaccino con i suoi richiami è obbligatorio, mentre quello che comprende anche la rosolia è gratuito ma facoltativo. Io ho una amica che questo l' ha saltato perché le faceva paura i possibili effetti. Son scelte personali, io che sono una fatalista penso e credo che quello che il destino ci riserva con una strada o con l' altra arriva comunque.
    Mia nipote pure l' ha saltato, xò poi ha avuto la rosolia in una forma molto forte ... Io a Sam glieli ho fatti fare lo stesso tempo, voi fate quel che vi sentite

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero nella vita tutto è possibile... Speriamo più cose positive però! :-)

      Elimina
  6. I vaccini "obbligatori" (ricorda che cmq nessuno può OBBLIGARTI!!!) glieli ho fatti per via del nido, che essendo privato non me li prendeva senza, ma glieli ho fatto DOPO I 6 MESI DI VITA.
    Non c'è alcuna urgenza di anticipare, contengono dosi di farmaci che in bambini così piccoli sono eccessive... più sono grandi, meno danni procurano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco una coppia i cui figli non sono vaccinati e infatti non vanno all'asilo... Per l'età anche a me sembra troppo presto a 2mesi... Però se mi chiamano potrò rimandare? E non c'è un limite entro cui farli?

      Elimina
    2. Io per non avere storie con le infermiere ho detto che stava male e fine, se è malato non glielo fanno.
      ma nessuno può farti storie!!!
      se ti chiamano (ma in genere mandano una lettera), puoi sempre prendere appuntamento e poi il giorno prima disdici perchè influenzato, e dici che li richiami tu.

      il limite credo stia nel dosaggio, nel senso che quel dosaggio va bene per un bambino probabilmente sotto all'anno di età. ma non sono sicura dell'età.
      la mia pediatra mi ha detto a posteriori che potevo aspettare anche fino all'anno!

      Elimina