sabato 19 gennaio 2013

Un po' del mio Prince.

Sono qui ancora incredula.

Pc acceso sul divano.
Io con le gambe incrociate.
Il piccolo che dorme sopra di esse, avvolto da un plaid morbidissimo, che gli invidio parecchio e che vorrei usare io la notte per scaldarmi i piedini ghiacciati quando Prince mi sveglia per dirmi che è ora della poppata notturna e corro a passo di zombie mi avvio con lui, direzione fasciatoio, scordando le ciabatte (non è vero, la verità è che non le trovo mai!).
Insomma che adesso mi ritrovo qui, che riesco a scrivere e mi sento davvero felice perchè, avere le mani e le braccia libere, implica che forse il principino si sta ambientando ai ritmi, alla sua nuova casa squadrata anzichè ovale e senza acqua e cordone "salvalavita" (che la vita in realtà gliela stava togliendo perché, uscita la testolina durante il parto, il cordone era proprio intorno al collo, ma questo mia cugina non dovrà mai saperlo: io, amante delle collane semplici e originali, l'estate scorsa ne sfoggiavo diverse e lei che ogni volta mi sussurrava di toglierle perché portava male e il bambino poteva ritrovarsi col cordone attorcigliato...) ecco.

Di solito i racconti vanno in ordine cronologico, ma io anticonformista per eccellenza negli anni or sono, vi narro le mie avventure dal presente al passato. Prince sembra soffrire di... (rullo di tamburi) coliche! Stessa solfa, il dopocena è fatto di strilli, marito che tiene il piccolo come una palla da football e non è un caso, massaggiandogli il pancino, io che gli do il cambio e lui che torna in panchina, corro sul lettone caldo e inizio ogni sorta di massaggio, presa alle caviglie e spinta delle gambine verso il pancino, ecco l'arietta che esce, lui che sembra felice e poco dopo uno strillo avvisa che c'è di nuovo una colica in corso. E lo stringi forte a te, ti senti impotente e per questo stai male come un cane, vorresti averle tu al suo posto ma poi ti ricordi dei dolori del parto e dici: "beh ho già avuto quelli direi che bastano, per fortuna che crescendo i dolori delle coliche se li dimentica, se li avessi io adesso non li dimenticherei tanto facilmente!". Insomma, queste coliche mi ci fanno dannare,  ma la cosa che odio di più sono i rimedi: si amiche, perché non posso credere che esistono mille rimedi ognuno diverso dall'altro e vi dirò la mia mente non ne può più di sentirsi dire: "ma no che massaggi, compra questo...", "ahh ma le coliche non passano perché devi continuare il massaggio per ore..." "ma guarda che forse non sono coliche è qualcos'altro...". Io ho capito solo una cosa: per le coliche non esistono rimedi, ma forse solo tecniche e prodotti che aiutano il piccolo ma di certo non le fanno passare. Dunque i consigli li accetto volentieri ma le imposizioni no! Per carità non è una critica, semplicemente quando qualcuno ti consiglia di fare in un modo che ritiene infallibile ma questo "modo" con tuo figlio infallibile non è "ci vado a bagno".
Ho capito che da mamma sono più sensibile ed empatica (ansiosa non ancora e spero di non diventarlo a breve). Saggio coliche concluso.
Passiamo al reflusso? Già perché la mamma di Prince pensa che si tratti proprio di quello. Rigurgiti "a go go", singhiozzo a più non posso e post poppata con lamenti a volte forti altri meno. E mi domando: possibile le abbia tutte mio figlio? Si va alla prima visita dal pediatra, un pò antiquato se dico che era il mio di quando ero piccola, ma lo conosco da anni e viva all'adolescenza mi ci ha fatto arrivare. Gli espongo il problema e mi dice che non è nulla, che in Africa i bambini crescono lo stesso (ma alcuni mica tanto purtroppo...) e che io ho "solo" tanto latte e lui è un pirana ingordo dell'Amazzonia mangiacapezzoli (e areola altrimenti la vittima rischia le ragadi selvatiche). Dunque prescrive di allattarlo ogni 3 ore e mezza (a volte facciamo finta di niente e attendiamo 3 ore, uè la fame è fame, poi la tetta ce la metto io sotto le gengive aguzze, non il pediatra!). Questa cosa mi ha mandato in tilt: ho una amica ostetrica, di quelle ultra salutiste, "omeopatia e naturesse" che giusto il giorno prima mi diceva di allattarlo a richiesta. Ecco da qui sono letteralmente andata in born out: due pareri così diversi tra loro e io in mezzo. Che fare? Forse preferivo non ascoltarne. Insomma che l'unico modo è provarli. E così siamo arrivati ad adottare quello del pediatra, semplicemente perché notavo che la notte dormiva e arrivava a fare 3 ma più spesso 2 pasti, e in effetti un minimo di adattamento alle tempistiche il piccolo dovrebbe averlo. Ho notato inoltre che il latte si riformava in tempi giusti non sospetti, mentre a richiesta delle volte Prince ciucciava aria. Saggio reflusso concluso.

Passiamo al parto?
Mmm... non voglio fare la cattiva ma questo è tutta un'altra storia. E'stato l'inizio di tutto e merita un post a parte. Se poi questo racconto vi ha annoiato smetto qui perché non vorrei causasse reflussi e acidità.

Aspetto che digeriate e torno a scrivere del mio parto.
Nel frattempo sento muovere una manina sulla mia gamba:
 Prince si è svegliato.

Si salvi chi può!

13 commenti:

  1. auguri!!!! coliche? tranquilla, non ti darò consigli (non ricordo nulla, ricordo solo che andavo in tilt :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no ma da voi amiche virtuali i consigli sono ben accetti! Sono le persone che incontro per strada e ti impongono il loro punto di vista spacciandolo per l'unico efficace che mi mandano in tilt!

      Elimina
  2. Risposte
    1. grazie mille! Adesso spero di riuscire ad essere piu presente :)

      Elimina
  3. Bene! aspettavo tue notizie!!!
    Solo una domanda: fa il ruttino per bene dopo ogni poppata? perchè Marco soffriva proprio per quel motivo... quando ha iniziato a "esprimersi" in tutta la sua eleganza, i dolori sono molto diminuiti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esatto! Fa una fatica boia a digerire... così da 2 giorni sto provando ad allattarlo e staccarlo dopo 10 minuti, fargli fare il ruttino e poi riattaccarlo e di nuovo ruttino. In più non aspetto che strilli per sfamarlo, ma appena si avvicina l'ora x del pasto lo preparo per essere allattato dolcemente e noto che lui mangia un po' meno voracemente del solito. Così fatica meno nella digestione. Però il rigugito è sempre presente e la maggior parte delle volte in quantità industriali:( Ho notato poi che spesso mentre mangia "produce" nel pannolino e sforzandosi in basso è come se si comprimesse e parte il rigurgito. Ah, spesso fa dei clamorosi ruttini eppure anche se aspetto mezz'oretta a sdraiarlo, rigurgita :( Aquesto punto non so se ha ragione il dottore a dire che poppa tanto (spesso ha il fiatone ed è davvero ingordo!)

      Elimina
    2. Mi pare Marco... uguale!
      non riuscivo a restare con lo stesso vestito per più di 2 ore di fila... Alla fine andavamo in giro coperti di asciugamani sulle spalle, ma lui riusciva a sporcarci anche i pantaloni!!! ahahah!
      Se ti consola, POI SMETTE! :)

      Elimina
  4. Uuuuhhhhh!!!! Ma il Prince è arrivato!!!!! Congratulazioni!!!! Non ti do consigli... il mio allattamento purtroppo è stato un disastro! L'ostetrica mi diceva di allattarlo a richiesta... e passavo 24 ore su 24 con le tette al vento e Lollino attaccato.... La pediatra poi mi disse di allattarlo ogni tre ore... ma Lollino arrivava sì e no all'ora e mezza, due al massimo!!! E poi vai di aggiunte, camomilla e finocchietto per placare la fame... poi è sopraggiunta la mastite, e addio latte di mamma... Tu fai sempre quello che ti senti!... Buona nuova vita a voi!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao gracy! No no, i vostri consigli mi fanno piacere invece perchè ci siete passate anche voi e raccontate la vostra esperienza e so che siete più comprensive rispetto ad altre persone "reali"! Come scrivero su in alto a Gab sono le varie figure che mi ruotano intorno ultimamente a mandarmi in tilt e a dire che il loro metodo è l'unico valido (e allora perchè un dottore ne dice uno, un'altro ne dice un altro etc... etc... per non parlare di persone che manco hanno figli e non sono del settore ma ti impongono di fare così... uff... :'( )
      Hai avuto la mia stessa esperienza per adesso: le ostetriche che dicono a richiesta, i pediatri 3 ore, 3 ore e mezza...
      Hai ragione, io ho fatto un "forfait" alla fine basandomi sul piccolo e su ciò che conviene. Un bacione grazie!!!

      Elimina
  5. Ciao! Bentornata e tantissime congratulazioni!!!!
    Capisco benissimo come ti senti, presa nel vortice di un neonato, con mille consigli diversi e la sensazione di non sapere dove sbattere la testa...
    Il mio consiglio è...non ascoltare troppo i consigli, fai come ti senti, sperimenta, prova, perché solo tu sai com'è fatto il tuo bambino.
    Sull'allattamento...io non l'ho mai fatto a richiesta, ho sempre cercato di rispettare le 2 ore e mezza, almeno. Però, ripeto, ogni bambino è diverso dall'altro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Silvia che bello leggerti :) Si, oltre a questo ho dovuto pensare anche a me e alla mia ripresa... al momento sono in forma, ho solo qualche cistina da tenere sott'occhio per la mastite che prego non arrivi mai!
      Hai perfettamente ragione, sperimentare senza arrendersi è la cosa migliore! E infatti sta dando ottimi risultati e col piccolo Prince inizia la vera sintonia. Io ho fatto la prima settimana a richiesta e poi dopo 3ore e mezza (a volte 3) Prince la notte dorme anzi fa solo 2 pasti, stanotte ad esempio all'una e il successivo alle 7 del mattino. Purtroppo soffre di coliche nel dopo cena e spesso anche dopo mangiato a qualunque ora eccetto di notte (uh, almeno quella...!)

      Elimina
  6. Penso che ogni bambino sia a se stante, quindi il metodo bisogna crearlo su misura!!
    Detto questo, credimi, le coliche prima o poi passeranno, quindi TIENI DURO!
    Io allattavo a richiesta, ma dandogli dei ritmi se hai voglia, più che altro tempo, leggiti il linguaggio segreto dei neonati... è una via di mezzo tra il tuo pediatra e l'ostetrica!!
    ah... la mia piccola rigurgitava come non ti dico... alla fine era intollerante al latte, ma adesso che ha 16 mesi ne beve un sacco e si è tutto normalizzato! quindi STAI TRANQUILLA! stai facendo un ottimo lavoro e tutto andrà per il meglio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'ho letto l'estate scorsa! Hai ragione anche io ho pensato la stessa cosa, una via di mezzo tra il pediatra e l'ostetrica! Sai che anche io pensavo a un'intolleranza al latte?! Dopo ogni poppata rigurgiti e dopo anche 2/3 ore fa altri ruttini e se lo sdraio anche dopo molto tempo vomita :(
      Come hai scoperto l'intolleranza?? è passata da sola o hai dato qualche cura alla piccola?
      Grazie di cuore!

      Elimina